• San Gemignano di Controne

    Posted on agosto 21, 2012 by in Territory

    San Gemignano di Controne is 532meters above sea level and 7.5kilometers from Bagni di Lucca. La Controneria is the largest and most populated area of Bagni di Lucca, the most important villages in this area are Pieve di Controne, San Gemignano and San Cassiano.There are also Guzzano,Gobereto,Mobbiano,Longoio and Vetteglia.San Cassiano is made up of different little groups of houses named Campiglia,Cappella,Vizzata,Cembroni,Cocolaio,Livizzano,Chiesa and Piazza. At the ‘Refubbri’ a place on the road to Bagni di Lucca,theres an ortary dedicated to the Visitation of Mary, her gaze wanders towards Pratofiorito and its nearby mountains.This was one of the favourite walks of Elizabeth and Robert Browning english poets of the 19thcentury,when they stayed in Bagni di Lucca.Robert Browning in the peom “By the Fire-side” describes this walk.The origin of the name Controne is unknown.It’s antique name was Paetano or Paetiana(da pagus).

    The History
    In some parchments of the years 758,772,777 and 787 the names Controne and Contronese had been used.Vetteglia is remembered in records of the year 983 and Mobbiano in the 900’s.Until the middle of the 13th century La Controneria extended from Fegana to Camaione the principle church was not the antique Pieve San Stefano di Bargi but the Pieve di Santa Guilia which is now the area of the cemetry of Pieve di Monti di Villa.After the middle of the 13thcentury they formed two parishes, with the River Camaione used as a boader line between the two territories. In 1197 the city council agreed to an alliance with San Genesio of Florence,San Miniato Prato and Volterra to liberate the territory from a feudal bond.The Controneria sweared loyalty to the council in 1214.With the help of Francesco Castracani by returning to make part of the Parish of the Val di Lima they had special privileges because of it’s large population and was represented in the Parliament of the Val di Lima by four mayors, from the 19thcentury these mayors chose to live at San Cassiano.San Gemignano and San Cassiano until the middle of the 1600’s was one comunity but because of a clash of interests they divided in 1637 and lived separatly even though they had the same mayor.In the files of the city council of Bagni di Lucca theres two statutes of 1572 and1637.The parish church is entitled to Bishop San Gemignano (which liberated the daughter of emperor Costantinopoli from the devil) and its feast day is the 31st of January.The church has one aisle. Its organ is an Agati-Tronci of 1897(n° 1176) and has been recently restored like the pulpit. The bell tower was built at the end of the 1800’s.

  • San Gemignano di Controne

    Posted on maggio 28, 2012 by in Frazioni e Località

    vetteglia

    A 532 metri sul livello del mare, dista circa sette Km e mezzo chilometri dal Capoluogo. La Controneria è la zona più estesa e più popolosa del Comune di Bagni di Lucca e vede i suoi centri nella Pieve di Controne, in San Gimignano e in San Cassiano. Ci sono poi Guzzano, Gombereto, Mobbiano, Longoio, Vetteglia. Il nucleo di San Cassino è poi un insieme di piccoli centri abitati che comprende anche le località di Campiglia, Cappella, Vizzata, Cembroni, Cocolaio, Livizzano, Chiesa, Piazza. A Refubbri meta delle passeggiate di Elisabeth e Robert Browning celebri poeti inglesi del secolo XIX, nei loro giorni lieti ai Bagni di Lucca, si trova un oratorio dedicato alla Visitazione di Maria e qui lo sguardo vaga per il Pratofiorito e sui vicini monti. Robert Browning nella lirica “By the Fire-side” descrive un passeggiata in questi luoghi. Incerta l’origine del nome Controne, forse dato dagli abitanti della riva sinistra della Lima che chiamarono questa zona che stava loro di contro. Il suo nome antico era Paetano o Paetiana (da pagus).

    La storia di San Gemignano di Controne
    Già in pergamene del secolo VIII troviamo usate le denominazioni Controne e Contronese: nel 758, nel 772, nel 777, nel 787. Fino alla metà del secolo XIII la Controneria si estendeva dalla Fegana al Camaione e la chiesa principale non era l’antica Pieve di Santo Stefano dei Bargi (Pieve di Controne) ma la Pieve di Santa Giulia corrispondente all’attuale area cimiteriale della Pieve di Monti di Villa. Dopo la metà del secolo XIII si formarono due plebati distinti, con il torrente Camaione che fungeva da confine fra i due territori. Nel 1197 il Comune aderì alla lega di San Genesio con Firenze, San Miniato Prato e Volterra allo scopo di liberare le terre del contado dai vincoli feudali e la Controneria fece giuramento di fedeltà al Comune nel 1214. Nella secolonda metà del secolo XIV entrò a far parte del feudo di Francesco Castracani e aggregata alla Contea di Coreglia ma poi ritornò a far parte della Vicaria Val di Lima. La Controneria godeva di speciali privilegi e talmente numerosa era la sua popolazione che aveva diritto ad essere rappresentata nel Parlamento della Vicaria di Val di Lima da quattro Sindaci (rispetto ai 2 di Corsena), gli stessi Vicari nella secolonda età del secolo XV decisero di risiedere a San Cassiano. San Gimignano e San Cassiano costituirono una sola comunità fino alla metà del 1600, poi insanabili contrasti sancirono la separazione fra i due paesi nel 1637 e da quel momento pur avendo un unico Statuto e i Sindaci in comune fecero vita separata. Nell’anno 1784 la regione venne interessata da una grande frana staccatasi da Pratofiorito, che distrusse le località di Celle e Cerro non provocando vittime ma modificando irrimediabilmente il territorio. Nell’Archivio del Comune di Bagni di Lucca sono custoditi gli Statuti del 1572 e del 1637. La chiesa parrocchiale è intitolata a San Gemignano vescovo che liberò dal diavolo la figlia dell’imperatore di Costantinopoli, se ne celebra la festa il 31 di gennaio ed è di origine romanica a navata unica. Ne abbiamo notizia in una pergamena dell’820, come San Gemignano in promita in località paetiano, l’organo all’interno della chiesa è un Agati-Tronci del 1897 (pezzo n. 1176), recentemente restaurato come pure il pulpito in piuma di noce con cariatidi e festoni. La torre campanaria è stata eretta alla fine del 1800.

    Visita anche: Bella Bagni di Lucca – Vetteglia


    Bibliografia