• Limano

    Posted on agosto 21, 2012 by in Territory

    Limano is 538 meters above sea level,13 kilometers from Bagni di Lucca.The village is extended on a rocky surface which looks down on the Valle di Lima,the view from here is fantastic.This antique fortress was built to defend the valley from any attacks.

    The History
    The village is remembered in parchments of the years 893 and 943 like a village of the population of Vico Pancellorum.It was property of the Suffredinghi family and passed to the town of Lucca in 1209 when all the elderly of the village went to Lucca to swear loyalty in name of all the village.In the 14thcentury the fortress was armed so the republic could defent itself from attacks from the florentines. In 1428 the florentines took possession of all the land in the parish except Lucchio.In 1441 a peace agreement was made between Lucca and Florence that lasted 50 years and that Florence had to return all the land and castles to Lucca.Alot of economic importance came from this as wood for burning and coal was made and sold. At the beginning of the 19thcentury silver crystal was found but the mines were quickly closed. The parish church to San Martino was completed in the year 1776, and extended in 1908.Theres a statue of the Virgin Mary conserved here,the organ is of the first half of the 19thcentury.Another church is dedicated to the Madonna delle Grazie just outside the village was built with local limestone.It was built in the 17thcentury with the remains of the old church that fell down because of the bad foundations.The entrance is covered by an arcade on four pillars covered with slates.Inside theres a portrait of the Madonna delle Grazie,patron saint of Limano.The village square named ‘Gave’ has a stone fountain of the 16thcentury, is the setting for the feast day on the 1st August, riuniting all locals and friends from other villages.The highlight of the evening is when the young people of the village dress up in traditional costumes and dance.

  • Limano

    Posted on maggio 28, 2012 by in Frazioni e Località

    limanoLimano è fra i più antichi borghi della Val di Lima, arroccato ai piedi dell’Appennino, i suoi primi insediamenti umani risalgono al Paleolitico Superiore, come dimostrano alcuni reperti archeologici rinvenuti all’interno di una grotta, in località Pontemaggio (poco più in basso del Borgo), nonostante ciò però come molto spesso accade, per la scarsità di documentazioni antecedenti al mille, le prime notizie storiche documentate che confermano l’esistenza del borgo le troviamo verso la fine del X secolo, all’interno di una pergamena datata 18 marzo 943, dove il Rettore della “Pieve di Vico Pancellorum”, un certo Lamberto figlio del fu Romano allivellò dei beni posti in “Limanum” ad Andrea e Pietro figli di una certa Cristina.
    Antico feudo Longobardo dei Suffredinghi all’affacciarsi in Val di Lima dei lucchesi, cercò invano di sottrarsi al loro dominio, a nulla valsero l’alleanze stipulate con Pisa e il Papa, durante la lotta che coinvolse Federico II e Papa Gregorio IX, all’inizio del XIII secolo finì inesorabilmente sotto la giurisdizione di Lucca, che per amministrarlo lo inserì nella Vicaria della Val di Lima.
    Nel XIV secolo durante la lotta fra Guelfi e Ghibellini, il castello di Limano lo troviamo in mano di Luporo Lupari, signore di Benabbio di fede Ghibellina che aiutando il Pisano Uguccione della Faggiola contribuì alla caduta di Lucca Guelfa, divenendo in seguito amico e sostenitore di Castruccio Castracane, amicizia che verso il 1323 per una questione di soldi finì bruscamente, Castruccio per rappresaglia invase e scacciò Luporo Lupari dalla Val di Lima assoggettando tutte le sue terre compreso Limano.
    Alla morte di Castruccio Limano con il resto della valle finì per un breve periodo sotto il dominio dei pisani che per amministrarla istituirono la “Vicaria della Valeriana e della Val di Lima” con sede nella fortezza del Cerruglio a Montecarlo, il dominio pisano terminò nel 1369 con l’arrivo a Lucca dell’Imperatore Carlo IV che liberò la città e il suo contado.
    All’inizio del XV secolo la Repubblica di Lucca temendo un’offensiva Fiorentina in Val di Lima fece ristrutturare la sua rocca rifornendola di munizioni, precauzione che servì a poco, nel 1428 i fiorentini con un colpo di mano riuscirono ad impossessarsi di Limano occupandolo fino alla firma della pace fra le due città e dopo averne ratificato la sua liberazione nel 1442 a Benabbio.
    La chiesa parrocchiale “Ecclesia S.Martini de Limano”come viene citata nel catalogo degli estimi delle chiese della diocesi di Lucca del 1260 dipendeva dalla Pieve di Vico Pncellorum “ Plebes de Vico Pancelloro”, avendo una rendita di poco inferiore alla sua Pieve dimostrandosi ricca e florida.
    La primitiva chiesa sorgeva presso all’attuale chiesa della Madonna delle Grazie edificata verso la fine del 1600 con il materiale rimasto dell’antica chiesa patronale in rovina, che fu ricostruita a tre navate nella parte in alto del paese in epoca rinascimentale.
    All’interno della piazza chiamata Gave accanto alla fonte pubblica (XVI sec.) sorge un altro edificio di culto un piccolo oratorio dedicato a S.Lucia della fine del 1500.
    Da visitare: L’intero borgo e le sue montagne, accessibili tramite sentieri adatti a tutti e ben segnalati


    Bibliografia